La scuola

SCDT. La Storia del Drifting in Italia.


Dal Powerslide al Drifting. Dalle lezioni che spiegano come gestire in sicurezza le perdite di aderenza delle vetture a trazione posteriore, al corso che vi farà scoprire tutte le tecniche dell’estrema disciplina dei traversi. L’arte del controsterzo nella sua forma più elevata insegnata dalla prima e più qualificata scuola di Drifting e Powerslide d’Italia.

Il drifting e la guida oltre i limiti di tenuta dell’auto sono l’anima e il motore della SCDT (SoloCurveDiTraverso). Dal 2004, questa organizzazione fondata da Nicola Tesini*, pilota e istruttore di guida, ha lanciato in Italia l’arte inventata oltre un trentennio fa dai giapponesi, promuovendo la prima scuola in Europa dedicata a questa disciplina (DriftFunDay) e la prima serie agonistica nazionale (SUPERDRIFT Professional Challenge).

Oltre alla buona intuizione di proiettare il Drifting in Italia, la SCDT ha fatto scoprire a molti appassionati uno sport unico, entusiasmante e a portata di tutti. Dalla nostra scuola e dai nostri corsi sono usciti oltre tremila allievi, alcuni diventati piloti e campioni di drift, altri semplicemente entusiasti di questo nuovo modo di intendere la guida.

Nel corso degli anni abbiamo capito che imparare divertendosi è il modo migliore per raggiungere questo importante obiettivo di maturazione. Per questo, accanto alle Esperienze e ai corsi Drifting, abbiamo introdotto le attività di Powerslide, pensati per gestire in sicurezza le perdite di aderenza delle vetture a trazione posteriore, proiettando così la scuola verso un più generale concetto di controllo dell’auto.

Un’evoluzione naturale che si riflette oggi nei corsi della “SuperCarControl”, la tutoring-school dedicata alla guida delle Granturismo e delle Supercar stradali.

*Nicola Tesini su Wikipedia

 

Maestri. Piloti-Istruttori Campioni di Drift.


Maestri più che istruttori. Perché qui è in gioco l’insegnamento di un’arte. Una conoscenza specifica. Qualcosa di più profondo del saper trasmettere i dogmi della guida stradale o sportiva.
Da sempre la SCDT si avvale di alcuni tra i migliori e più titolati piloti italiani di drifting:

  • Simone Pagani (5 volte dominatore della serie nazionale SUPERDRIFT dal 2009 al 2013, vice Campione Italiano Drifting 2018)
  • Manuel Vacca (primo nel King of Italy Drift Super Cup del 2017 e Campione Italiano Drifting 2018)
  • Davide Busi (vincitore del Challenge Drifting KDE 2012/13, secondo nella Coppa Italia Drifting 2015).

Un team di piloti professionisti di elevata estrazione agonistica e preparazione didattica che saranno sempre al vostro fianco, pronti a trasmettervi i segreti e la magica follia di questo sport.

 

Auto. Toyota GT86 e BMW M2. Le nostre nuove “Drift School Machine”.

Per festeggiare i 15 anni di attività della SCDT (2004-2019) abbiamo deciso di offrire ai nostri clienti due vetture iconiche, novità assolute nel panorama internazionale delle scuole di drifting: la Toyota GT86 e la BMW M2

Leggerezza e agilità contraddistinguono la Toyota GT86. Un’auto perfetta per conoscere e prendere facilmente confidenza con il drift e le sue tecniche di gestione. Model year 2020, la nostra GT86 è preparata specificamente per la guida di traverso, completa di assetto sportivo regolabile.

Motore 4 cilindri boxer, aspirato, 1998 cc
Potenza/Coppia 200 cv/205 Nm
Cambio manuale 6 rapporti
Trazione posteriore/differenziale autobloccante
Peso in ordine di marcia 1315 kg

Muscolosa e seducente nelle forme, la BMW M2 Competition rappresenta tra le auto attuali la massima espressione del divertimento, per prestazioni del motore e maneggevolezza del telaio. Caratteristiche che rendono facile e coinvolgente la gestione delle derapate di questa trazione posteriore spinta dal noto 6 cilindri in linea biturbo benzina di 3 litri e 411 cv.

Motore 6 cilindri in linea, biturbo, 2972 cc
Potenza/Coppia 411 cv/550 Nm
Cambio manuale 6 rapporti
Trazione posteriore/differenziale autobloccante
Peso in ordine di marcia 1550 kg

Preparate appositamente per la specialità dei traversi, le BMW M3 E36 ed E46 3.2 da 350 cv – rappresentanti telaistiche di questa disciplina per leggerezza e comportamento dinamico – incarnano la filosofia della vera drift-car. In virtù delle loro caratteristiche, queste auto, messe a disposizione dalla SCDT, sono utilizzate dagli allievi più esperti nelle attività avanzate in pista.

Motore 6 cilindri in linea, aspirato, 3246 cc
Potenza/Coppia 350 cv/400 Nm
Cambio manuale 6 rapporti
Trazione posteriore/differenziale autobloccante
Peso in ordine di marcia 1250 kg